Vertice Ue – Madagascar: focus su pesca (e addio di Di Girolamo)

Giorni fa il diplomatico italiano Giovanni Di Girolamo, capo della Delegazione dell’Unione europea in Madagascar e nell’Unione delle Comore, è stato accolto nella sede del Ministero degli Affari esteri. Qui ha ricevuto la decorazione di Commendatore dell’ordine nazionale, e si è celebrata in suo onore una cerimonia di congedo. Sì, il nostro connazionale, insediatosi nel settembre 2018, lascerà presto l’incarico; e durante l’evento ha rilasciato varie dichiarazioni, dedicate al lavoro nell’Isola, e al Dialogo di partenariato politico ed economico tra il Governo e una delegazione dell’Unione europea, che avrà luogo lunedì. Ha esordito con un bilancio del suo mandato, e accennato alla resilienza del popolo.

Ha ricordato la realizzazione di alcuni progetti di sviluppo e umanitari, ed ha aggiunto: «Ho apprezzato la capacità del popolo malgascio di mantenere il buon umore in circostanze difficili». Poi ha parlato del Vertice di lunedì, e dei temi da affrontarvi, come il rinnovo dell’Accord de partenariat de pêche durable Ue-Madagascar: «I negoziati proseguono. Le squadre di negoziatori ci sono e fanno il loro lavoro», e l’accordo è «importante per combattere la pesca illegale». In particolare, si tratterà sul tema controverso delle tasse che dovranno gravare sui pescherecci europei. Tra gli altri temi, le Presidenziali 2023, l’importazione di carburante, e il balzo dell’inflazione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...