Turismo Madagascar, qualcosa si muove

E’ adesso forte l’impegno del Madagascar, nel rilancio delle attrattive turistiche nazionali. In primis, va segnalata la sesta edizione del Tsenaben’ny fizahantany: secondo la stampa, i tre giorni di evento – la fiera dedicata al turismo interno, nazionale – hanno fornito indicazioni positive, sul generale impegno al rilancio del settore. Lo testimonierebbe la partecipazione di ben 60 espositori, oltre al cospicuo flusso di circa 15mila visitatori. Si segnala poi che il Ministero del Turismo ha candidato Ambatozavavy – pittoresco villaggio di pescatori nell’Isola di Nosy Be – al Best tourism villages, lanciato dall’Organizzazione mondiale del turismo: un concorso che punta a rafforzare il ruolo del turismo, nella salvaguardia dei borghi rurali.

La scelta è stata motivata, tra l’altro, «per il suo forte attaccamento a riti e culture ancestrali». Infine, prosegue l’offensiva per promuovere l’intera gamma di servizi turistici: le iniziative per guidare alla scoperta di flora e fauna – come il birdwatching – oppure il trekking e le escursioni più varie, sino alla pesca sportiva, alle immersioni e alle crociere in catamarano o barca a vela. Ed ancora, l’osservazione di megattere (whale watching) all’insegna del turismo ecoresponsabile, i raid motorizzati, il surf, sino al kitesurf e al windsurf. Non si dimenticano, infine, le offerte legate ai viaggi fotografici, e all’ecoturismo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...