Nosy Sakatia, focus sul Locoloconavy Tribelife Madagascar

In questa sede, abbiamo già affrontato la storia di rinascita di Pamela Piccioli in Madagascar, e la sua scelta di stabilirsi nell’Isola di Nosy Sakatia, per occuparsi di turismo sostenibile e solidale. E tuttavia vogliamo segnalare la bella intervista che l’imprenditrice italiana ha rilasciato a Nicole Cascione, per il portale “Voglio vivere così magazine”. Un bel documento che descrive il percorso, anche umano, che ha portato la nostra connazionale a creare la guest house bungalow Locoloconavy Tribelife Madagascar: una struttura rivolta, come rimarca la titolare, a ospitare i viaggiatori, più che i turisti tout court. Un «Progetto Bio-Eco-Sostenibile e Solidale nel quale sono impegnate 12 famiglie locali», spiega l’ex art director, che adesso si occupa anche di escursioni nell’intero arcipelago.

Segue quindi l’inizio del servizio, intitolato «In Madagascar per amore: Pam e la magia di vivere tra la natura». «Partita nel 2008, Pamela ospita viaggiatori NON-Turisti nella sua Guest House Bungalow sull’isola Sacra di Nosy Sakatia. “Pam, così mi hanno sempre chiamato – che infatti se lo ascolti bene come suono, è l’onomatopea dello sparo – Pam! – Che ridere mi fa! Che poi, alla fine, questa associazione non è lontana dal mio procedere nella vita, così, un po’ a spari, a momenti armata, a momenti completamente disarmata, in mezzo a sparatorie fuori, ma soprattutto dentro”».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...