Nona arte, in Madagascar la nuova era del fumetto

Chi frequenta una tra le tante città del Madagascar, avrà notato che ancora la stampa cartacea ha una rilevante diffusione, che all’interno di molti quotidiani si pubblicano strisce di fumetti, e che soprattutto sono in vendita svariati giornali contenenti solo fumetti. Sì, la cosiddetta nona arte – la settima è il cinema, e l’ottava, la fotografia – non ha per nulla, nell’Isola, una posizione – sotto il profilo editoriale – di secondo piano. Ebbene, una serie di eventi recenti ha dato il segnale di una nuova era del fumetto, dopo un ventennio in cui – secondo gli osservatori – l’impulso più creativo dei decenni passati si era esaurito. Secondo parte della critica, infatti, il fumetto malgascio avrebbe vissuto dagli anni Ottanta una vera età dell’oro, esauritasi all’inizio del nuovo secolo.

Insomma, la mediateca La Canopée di Parigi ha ospitato una mostra sui fumetti malgasci di culto, cioè quelli degli anni Ottanta. Va però anche segnalata la rassegna parigina Sobd 2021, ossia l’Undicesima edizione del Salon de la bande dessinée, ove il Paese ospite era appunto il Madagascar. E non mancano eventi nazionali, come la dinamica rassegna Gasy bulles ad Antananarivo, Comics week ad Antsiranana e Bulles d’Alaotra ad Ambatondrazaka. Gasy bulles, primo festival del fumetto nel Paese, è organizzato dall’associazione Tantsary, e ha un ricco programma d’incontri, concorsi e mostre.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...