Madagascar – Ue, i rapporti diplomatici si fanno tiepidi

Causa la guerra Russia – Ucraina, il rapporto Unione europea (Ue) – Madagascar è ai minimi da anni. L’Ue non ha mandato giù l’astensione nel voto alle Nazioni unite e Giovanni Di Girolamo, che guida la Delegazione dell’Unione europea in Madagascar e nell’Unione delle Comore, è tornato con torni duri sul tema. Se da un lato rassicura sul proseguimento della coopération, dall’altro segnala che l’astensione – se la posizione fosse mantenuta – potrebbe segnare i rapporti con i singoli Stati membri. Seguono le dichiarazioni del diplomatico.

«Siamo un po’ delusi, ma continuiamo a lavorare. Lavoriamo normalmente. In questa fase, non abbiamo cambiato il nostro modo di lavorare. Noi ci siamo in tutti i settori, da sessant’anni ci siamo. Semplicemente, abbiamo anche il dovere di spiegarvi il nostro punto di vista, che è anche quello di centoquaranta Paesi e non solo quello dell’Unione europea. Ciò non significa che forzeremo. Stiamo cercando di spiegare. Per quanto riguarda la questione delle Isole sparse, non si dovrebbero nemmeno confrontare cose che non sono confrontabili. In Ucraina, c’è un Paese che invade un altro Paese, distrugge città, uccide civili, fa fuggire le persone. C’è una guerra. La questione delle Isole sparse è una disputa su isolotti che non sono abitati. I due presidenti dei due Paesi hanno deciso di creare una commissione per discuterne pacificamente e civilmente».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...