La furia di Emnati è passata, in corso la conta dei danni

L’occhio del ciclone Emnati è infine entrato in Madagascar – in corrispondenza della cittadina di Manakara – alle 22.00 ore italiane di martedì. Un’area che era stata già funestata, un paio di settimane prima, dalla terribile depressione tropicale Batsirai. Il ciclone ha poi continuato il suo percorso nell’entroterra, in direzione sud-ovest: ha attraversato i Distretti di Vohipeno e Vondrozo, perdendo progressivamente d’intensità. La conta dei danni non è definitiva, ma presso Ambositra, Mananjary e Mahanoro si sono registrate inondazioni, un forte innalzamento del livello del mare e prevedibili black out. Le Autorità avevano comunque ordinato di sfollare oltre 30mila persone, in rifugi di emergenza.

Anche l’Ansa (Agenzia nazionale stampa associata) cerca di seguire il fenomeno, ed ha pubblicato il servizio dal titolo «Ciclone Emnati colpisce il Madagascar, piogge torrenziali». Eccone l’inizio. «Al momento non sono state segnalate vittime. Il ciclone Emnati ha colpito durante la notte il Madagascar, ancora sconvolto dall’impatto di un altro ciclone, Batsirai, all’inizio di questo mese. Al momento non si registrano vittime, mentre piogge torrenziali e venti forti sono ancora in atto. Il ciclone “è arrivato sulla costa intorno alle 23 a nord del distretto sud-orientale di Manakara”, ha detto Faly Aritiana Fabien, un alto funzionario del National Risk Management Office (BNGRC)».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...