Devastazione Batsirai, il Giappone è in prima linea

Tra i Paesi in prima linea a fronteggiare le conseguenze del ciclone Batsirai, va segnalato senz’altro il Giappone. Che con la propria agenzia pubblica per la cooperazione allo sviluppo – la Japan international cooperation agency (Jica) – ha risposto prontamente all’appello delle Autorità del Madagascar. E durante una cerimonia alla presenza dell’ambasciatore Yoshihiro Higuchi, sono state consegnate 280 tende, 1140 coperte e 100 teloni, al Bureau national de gestion des risques et des catastrophes (Bngrc). Frattanto si aggiorna il numero delle vittime, che nelle ore in cui scriviamo è ormai a quota 120. Per sapere di più sul bilancio di questa catastrofe, rimandiamo al puntuale servizio del portale Radiotelevisione svizzera di lingua italiana (Rsi), dal titolo «Ciclone in Madagascar: salgono i morti».

Eccone l’inizio. «Si aggrava il bilancio delle vittime di Batsirai, che ha colpito l’isola la scorsa settimana – Nei rifugi di emergenza 30’000 persone. Il numero delle persone che ha perso la vita in Madagascar, a causa del ciclone Batsirai, abbattutosi sull’isola la scorsa settimana, è salito a 120. L’agenzia nazionale per la gestione delle calamità ha specificato che 87 persone sono morte nel distretto di Ikongo, vicino alla costa orientale dell’isola. Circa 30’000 persone vivono in rifugi di emergenza dopo il passaggio di Batsirai, secondo gli aggiornamenti dell’agenzia».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...