Mentre passa Batsirai, le testimonianze (anche italiane) su Ana

I media stanno riportando le testimonianze sulla scia lasciata in Madagascar da Ana, il ciclone che giorni fa ha funestato l’Isola. «Si possono anche intravedere responsabilità di qua e di là ma io credo che molto influisca il cambiamento mondiale del clima», ha dichiarato padre Innocent Bizimana, ispettore salesiano di Don Bosco per la Provincia di Madagascar e Mauritius. Rammentiamo che il superiore della Visitatoria “Maria Immacolata” del Madagascar e delle isole Mauritius (Mdg) – ruandese – si è insediato nell’agosto 2020, con una cerimonia molto seguita dalla stampa di settore. «Il nostro timore è che scoppino delle epidemie perché laddove sono stati alloggiati gli sfollati vivono molto a stretto contatto», ha invece dichiarato Francesco Cimino: questo medico italiano opera in Madagascar come direttore esecutivo della Fondazione Akbaraly, e presidente dell’Associazione “Alfeo Corassori – La vita per te”.

Per leggere le testimonianze in forma completa, rimandiamo al pezzo (dal titolo «Il ciclone Ana in Africa australe, salesiani in Madagascar: un vero flagello») che Antonella Palermo ha redatto per il sito “Vatican news”. Ecco l’inizio. «Sale a 70 il bilancio dei morti causati da Ana, tempesta tropicale che si è abbattuta su Madagascar, Mozambico e Malawi, mentre squadre di soccorso lottano per riparare i danni alle infrastrutture e aiutare decine di migliaia di vittime».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...