Polizia del Madagascar, delega a Israele per armi e istruttori

La Police nationale malagasy – il corpo per la tutela dell’ordine pubblico che dipende dal Ministero della Pubblica sicurezza del Madagascar – si riarma. Per meglio contrastare la criminalità urbana, in primis la piaga dei rapimenti – ma anche i noti fenomeni di brigantaggio e banditismo rurale – le Autorità hanno deciso di affidarsi ad armamenti e istruttori israeliani: il che invero non è una novità; (secondo alcuni media, l’impulso sarebbe provenuto dal ministro degli Affari esteri, Patrick Rajoelina). Del resto, è piuttosto noto quanto sia antiquata la dotazione della Polizia. Nonostante l’ovvio riserbo, si vocifera di fucili d’assalto, rivoltelle e mitra, mentre i soliti bene informati segnalano il revolver Jericho 941, e le pistole mitragliatrici della famiglia Uzi.

Né sono mancati i retroscena più inquietanti: secondo alcuni osservatori, l’operazione sarebbe mirata a riequilibrare la potenza di fuoco della Polizia rispetto alla Gendarmeria, in cui il presidente – in seguito al recente tentativo di golpe – non avrebbe più molta fiducia. Per approfondire, rimandiamo al pezzo del sito “Rivista Africa”, dal titolo «Madagascar, armi israeliane alla polizia». Eccone l’inizio. «Israele ha fornito armi alla polizia del Madagascar. Lo confermano le autorità malgasce che hanno deciso di rafforzare le forze dell’ordine per migliorare il controllo dell’ordine nelle aree urbane».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...