Covid in Madagascar, casi e tensione in aumento

Il bollettino settimanale sul Covid del Ministero della Salute pubblica malgascio – riferito alla settimana compresa tra il 4 e il 10 dicembre – non lascia ben sperare, né su una tempestiva uscita dall’emergenza, né su una piena ripresa dei flussi turistici. In particolare, non risulta che siano ancora autorizzati voli per l’Aeroporto di Nosy Be, nonostante che a livello normativo si preveda una riapertura per i charter provenienti dall’Europa. Veniamo però ai numeri, riportati anche da vari portali dedicati alla diffusione della pandemia nel mondo. Ebbene, a fronte di otto decessi, sono stati registrati 994 casi su 7.828 tamponi: 578, nella sola Regione di Analamanga. A contrarre la forma grave della malattia, sarebbero state 48 persone, 20 in più della settimana precedente.

Un comunicato emesso dal Ministero della Difesa nazionale del Madagascar, ha poi rivelato il decesso di un medico militare. Si tratta del primario del Reparto Malattie respiratorie, nel Centre hospitalier de Soavinandriana (Cenhosoa) presso la Capitale: il colonnello Hervé Rakotoariniaina, 50enne, è deceduto nello stesso ospedale militare ove operava. Alcune scuole private hanno anticipato le vacanze di Natale, a seguito di contagi tra i propri studenti, e l’approssimarsi delle festività non fa che accrescere la preoccupazione. Inevitabile quindi il rincorrersi di appelli per nuove misure restrittive.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...