Savoia e Madagascar: dopo le antiche brame, ora la beneficenza

Giorni fa i media hanno segnalato il sostegno di Casa Savoia a un progetto benefico in Madagascar: la ristrutturazione di una scuola, gestita dalle Suore di San Giuseppe di Aosta. La notizia ha ricordato come nel Settecento i pirati di Libertalia offrirono a Vittorio Amedeo II di proclamarsi re del Madagascar, ricevendo anche le royalty sui bottini da loro predati; costui avrebbe loro concesso in cambio il titolo di corsari, equiparandoli a militari, e preservandoli dalla forca. Poi però non se ne fece nulla – spiega il recente libro “Atlante dei paesi che non esistono più” di Gideon Defoe – essendo i Savoia occupati con l’annessione della Sardegna.

Per approfondire invece l’iniziativa citata, rimandiamo al pezzo dal titolo «Progetto Madagascar, i reali di Casa Savoia in Valle per beneficenza», redatto da Cinzia Timpano per il sito “Aostanews.it”. Eccone l’incipit. «Loro Altezze Reali il principe Vittorio Emanuele, la principessa Marina e il Principe Emanuele Filiberto di Savoia parteciperanno all’inaugurazione della sede della delegazione valdostana degli Ordini Dinastici Real Casa Savoia. Domenica 19 dicembre, Loro Altezze Reali il principe Vittorio Emanuele, la principessa Marina e il Principe Emanuele Filiberto di Savoia saranno in Valle per partecipare all’inaugurazione della nuova sede della delegazione Valle d’Aosta degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...