Madagascar airlines, decollo tra le turbolenze

La compagnia aerea Air Madagascar – recentemente ribattezzata Madagascar airlines – affronta da mesi difficoltà finanziarie, e deve far fronte a perdite pari a quasi 60 milioni di euro: derivanti non solo – come dichiara il Governo – dalla fallimentare alleanza strategica con Air Austral, ma anche da corruzione, cattiva gestione, e mancanza di controlli rigorosi. Così da ottobre è stata posta in amministrazione controllata, e beneficia di un piano di risanamento e ristrutturazione che ha coinvolto anche il cambio del nome. Il vettore, pur sotto tutela giudiziaria, ha comunque ripreso ad operare, grazie alla riapertura delle frontiere, e all’oligopolio di fatto del mercato, riservatole dalle Autorità.

Pare dunque scontata la sua sospensione – decisa dall’International air transport association (Iata) – dal sistema del Billing settlement plan (Bsp): il Piano di definizione dei conti, con cui le compagne definiscono l’emissione unificata dei biglietti, e il pagamento complessivo delle prenotazioni dei voli di linea, tramite appositi istituti. Per approfondire la vicenda, rimandiamo al pezzo dal titolo «Iata sospende Air Madagascar dal Bsp», redatto da Gabriele Simmini per il sito “L’Agenzia di viaggi magazine”. Eccone l’incipit. «L’associazione internazionale del trasporto aereo (Iata) ha sospeso la compagnia aerea Air Madagascar dal Bsp a partire dallo scorso 12 novembre».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...