Parco Natura Viva, il Madagascar a 360 gradi

Giorni fa è stato annunciato un studio, che il Parco natura viva di Bussolengo nel veronese ha condotto sui lemuri indri del Madagascar, in collaborazione con l’Università di Bologna. E’ stata dimostrata la stretta correlazione tra scarse diversità e ricchezza del microbiota intestinale, e varie cause del malessere animale, che preannunciano l’estinzione della specie. Giova aggiungere che questo parco faunistico presenta una ricca area dedicata al “Madagascar” – è una sotto-sezione di “Sentieri d’Africa” –  con la più numerosa collezione di lemuri in Italia. E non solo: con l’Università degli studi di Torino, dal 2000 conduce il Progetto Madagascar, per la conservazione della biodiversità dell’Isola.

Tra le iniziative parte del progetto, si segnala anche il Centro polifunzionale nella foresta di Maromizaha: non solo una stazione di ricerca per studenti e scienziati, ma anche un luogo culturale. Per approfondimenti sullo studio citato, rimandiamo al pezzo pubblicato sulla testata “Garda post”, dal titolo «Studio del Parco Natura Viva: il segreto per salvare gli animali da cambiamenti climatici e deforestazione». Eccone l’incipit. «L’ultimo studio scientifico condotto dal Parco Natura Viva con l’Università di Bologna. Protagonista la “pancia” degli animali e i suoi microrganismi: con la loro alleanza, rimane aperta la partita contro il cambiamento climatico e la deforestazione».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...