Cop 26, Madagascar protagonista: l’intervento di Rajoelina

XXVI Convenzione quadro delle Nazioni unite sui cambiamenti climatici: il Madagascar ha conquistato la scena, è stato al centro del dibattito, e ha colto l’opportunità per farsi sentire. E l’appello del presidente Andry Rajoelina per un’azione immediata di contrasto al cambiamento climatico – sintetizzato dallo slogan «il faut agir maintenant» – è stato tra i momenti clou. Questi ha spiegato come il suo Paese porta avanti la transizione energetica, e ha chiesto ai paesi più ricchi di stanziare i 100 miliardi di dollari previsti dall’Accordo di Parigi del 2015, per compensare l’«ingiustizia climatica» subita dall’Africa. Seguono alcuni brani dell’intervento.

«Dobbiamo agire ora ed è qui a Glasgow che si deve agire. Una parola, un gesto, la volontà seguita dai fatti faranno la differenza. […]. Il fallimento non è un’opzione, dobbiamo avere successo, per noi stessi, per la nostra Nazione, per il nostro mondo. Oggi la Terra che ci ha dato tutto, ci chiede di salvarla. Salviamo il nostro pianeta. […]. I miei compatrioti stanno pagando il tributo di una crisi climatica di cui non sono responsabili. […]. Per ottenere dieci chilogrammi di carbone, però, occorrono 100 chili di legna, ovvero un ettaro per famiglia, ogni anno. […]. Le nostre foreste sono i polmoni del nostro pianeta. Questo patrimonio mondiale è ora in pericolo. Dobbiamo agire oggi, non domani, né aspettare fino al 2030».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...