Covid, lo scontro tra Usa e Cina fa bene al Madagascar

Novità in Madagascar sul fronte della lotta al coronavirus. L’United states agency for international development (Usaid) ha stanziato altri cinque milioni e 100mila dollari, affinché il Paese possa meglio contrastare la pandemia. Più nello specifico, il finanziamento è destinato in primis a sostenere i Centri sanitari di base; non solo per ridurre decessi e contagi, ma anche per favorire l’accesso di tutta la popolazione ai vaccini: «Grazie a questa assistenza, il Madagascar sarà in grado di migliorare la sua pianificazione, preparazione e risposta alla pandemia, in particolare garantendo che siano accessibili le infrastrutture, per rendere disponibili i vaccini alla popolazione malgascia».

Segnaliamo poi lo sbarco di 300mila dosi del vaccino Bbibp-Corv, prodotto dal laboratorio cinese Sinopharm: ovviamente, il risultato della cooperazione col Governo di Pechino. Un siero che si aggiunge alle oltre 302mila dosi di Janssen, in corso di somministrazione. Pare insomma che lo scontro geopolitico tra Stati uniti e Cina si consumi anche in Madagascar, e per ora a tutto vantaggio dei cittadini dell’Isola, quasi blanditi dalle due potenze. Tutte osservazioni che non debbono far dimenticare le quasi mille vittime locali del Covid; tra questi, vari connazionali, come il noto missionario Luciano Lanzoni di Carpi: il 63enne era consacrato all’istituto secolare dei Servi della chiesa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...