Anche i malagasy nel loro piccolo si vaccinano

Campagna vaccinale Covid, in Madagascar. Mentre sta per concludersi la somministrazione delle seconde dosi Astrazeneca, proseguono le vaccinazioni nel settore turistico, in vista della riapertura delle frontiere, prevista per ottobre: dal 15 settembre viene inoculato Janssen a chi lavora in questo comparto, ma non aderì alla prima fase della campagna, col siero Covishield. Nella Capitale, la somministrazione di Johnson & Johnson è effettuata solo presso lo stadio Malacam Antanimena, mentre Covishield è disponibile sia nell’impianto, sia nei Centri sanitari di base. Gli operatori turistici fanno infatti parte dei gruppi prioritari, così come i soggetti fragili, il personale sanitario, i membri delle forze dell’ordine, gli over 55.

Categorie cui si sommano gli abitanti dei centri turistici Île Sainte-Marie e Nosy Be, e i detenuti. Che sono ovviamente più vulnerabili al contagio, a causa del sovraffollamento delle carceri. Ricordiamo che 173 reclusi nel penitenziario di Antanimora hanno già ricevuto la seconda dose di Astrazeneca, dopo che in giugno avevano espressamente chiesto la prima somministrazione. L’iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione tra Ministero della Giustizia, Programma delle Nazioni unite per lo sviluppo, Fondo delle Nazioni unite per la costruzione della pace, Fondo delle Nazioni unite per l’infanzia, ed Organizzazione mondiale della sanità.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...