E gli altri beati malgasci?

Abbiamo di recente trattato della principessa Victoire Rasoamanarivo, prima beata del Madagascar: beata Vittoria. I lettori più attenti potranno dunque chiedersi se vi siano altri beati o santi malgasci. Ebbene, di santi non ve ne sono, ma si contano altri due beati. Nel 2009 papa Benedetto XVI ha infatti beatificato Raphaël Louis Rafiringa, deceduto nel 1919 a Fianarantsoa. Era un lasalliano, ovvero apparteneva alla congregazione dei Fratelli delle scuole cristiane, fondata da san Giovanni Battista de La Salle. Operò quando i missionari stranieri furono espulsi, e giunse a ottenere la Médaille du mérite civil, per aver promosso la pace tra Madagascar e Francia.

Più noto è però forse Lucien Botovasoa – beatificato da papa Francesco nel 2018 – che è venerato altresì come martire. Insegnante elementare e membro dell’Ordine francescano secolare, fu infatti decapitato nel 1947 da un gruppo di indipendentisti, che consideravano i cattolici come traditori per diffondere la religione dei conquistatori. In particolare, non gli fu perdonato di astenersi dall’insurrezione armata di quel periodo. 17 anni dopo, in punto di morte, il suo assassino chiese di essere battezzato, e dichiarò: «Botovasoa mi promise che sarebbe stato con me quando ne avessi avuto bisogno. Ora sento che è presente».

Infine, per i più curiosi: il patrono del Paese è il presbitero francese, san Vincenzo de’ Paoli.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...