Anche la stampa italiana celebra beata Vittoria del Madagascar

21 agosto 1894: muore a Tana la nobile Victoire Rasoamanarivo che – come riporta il libro “I santi del giorno ci insegnano a vivere e morire” di Luigi Luzi – sarà beatificata da papa Giovanni Paolo II nell’89. Sarà così – grazie a una vita dedicata a carità e preghiera – la prima beata nata in Madagascar. E nel giorno a lei dedicato, è stata ricordata anche dai media cattolici italiani. Il quotidiano digitale “In Terris” le dedica un bel servizio, dal titolo «Chi era la beata Vittoria Rasoamanarivo, principessa del Madagascar», e redatto dallo stesso Luzi. Eccone l’incipit.

«Beata Vittoria Rasoamanarivo, vedova e principessa del Madagascar. Tananarive (Madagascar), 1848 – Tananarive, 21/08/1894. Proviene da una delle famiglie più importanti del Madagascar. Avvenimenti. Da giovane, segue la religione pagana dei suoi avi. Quando nel Madagascar arrivano dei missionari gesuiti, vincendo le opposizioni della famiglia, si fa battezzare con il nome Vittoria. Non ha alcuna paura di manifestare apertamente la sua fede e le sue devozioni. C’è anche chi la prende a sassate mentre si reca in chiesa. Viene fatta sposare con Radriaka, ufficiale superiore dell’esercito e figlio del primo ministro, alcolista e dissoluto. In obbedienza al magistero della Chiesa, rifiuta il divorzio, consigliatogli dai suoi familiari, perché il matrimonio è stato celebrato in presenza di un sacerdote cattolico».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...