Il Madagascar punta sul vino e chiede aiuto all’Italia

Il Madagascar punta sul vino. Giorni fa il Governo dell’Isola ha inviato un emissario in Italia: alla guida di una delegazione, Bruno Randrianantenaina ha visitato l’Enosis Meraviglia – il più avanzato centro di consulenza e ricerca enologica in Europa – che sorge a Fubine Monferrato nell’Alessandrino. In programma un incontro con Donato Lanati – enologo di fama mondiale – per coinvolgerlo in un progetto volto al rilancio della produzione enologica locale. E pare che l’invito, per la gioia degli enofili malgasci, sia stato accettato. Approfondisce il tema, il pezzo «Il guru del vino Donato Lanati chiamato in Madagascar», apparso sul sito “Il Torinese”.

Eccone l’incipit. «Un’impresa eroica che coniuga scienza, cultura, ambiente e territorio, con risvolti economico-sociali. “In Madagascar, vengono prodotti 15milioni di ettolitri di vino: i bianchi sono discreti, mentre i rossi sono imbevibili”. “Pochi gli elementi certi e tante le variabili da analizzare”. E’ partita dal Madagascar la delegazione malgascia, guidata dall’economista internazionale e procacciatore d’affari governativo Bruno Randri-Anantenaina, giunta settimana scorsa nel Monferrato per incontrare il guru del vino Donato Lanati. Un lungo viaggio di speranza e ambizione, per qualificare e lanciare la produzione enologica della Repubblica insulare, situata nell’Oceano Indiano, al largo della costa orientale africana».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...