Carestia, Save the Children adotta Ambovombe

Attraverso un comunicato, Save the Children fa conoscere il proprio impegno contro la carestia in Madagascar: è stata inviata una squadra, per sostenere almeno 30mila persone presso Ambovombe, che oltre a essere il capoluogo della Regione meridionale di Androy, rappresenta l’epicentro di questa crisi umanitaria. Ne tratta il pezzo dal titolo «Emergenza umanitaria. Madagascar: Save the Children, “i bambini rischiano di morire di fame e povertà a causa della siccità e dell’invasione delle locuste”», redatto da G. A. per il sito dell’”Agenzia Servizio informazione religiosa (Sir)”. Eccone l’incipit.

«“In Madagascar, Paese colpito dalla peggiore crisi alimentare delle ultime due generazioni, le famiglie che vivono al sud sono sull’orlo della fame e i bambini rischiano di morire di inedia. Ad oggi il Paese sta affrontando la peggiore siccità degli ultimi 40 anni, causata da anni di scarse piogge e intensificata da tempeste di sabbia e invasioni di locuste. Un bambino su sei al di sotto dei 5 anni soffre di malnutrizione acuta e nei sei distretti più colpiti la percentuale sale a un bambino su quattro”. È l’allarme lanciato da Save the Children, che avverte che senza un intervento urgente le famiglie non riusciranno più a sfamare i loro figli. Molte famiglie che un tempo dipendevano dall’agricoltura si sono spostate nelle città vicine, mettendo sotto pressione le risorse già scarse».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...