Carestia, l’impegno del Trentino per il Madagascar

Segnaliamo oggi un reportage – firmato da Marianna Malpaga – che il sito “Il Dolomiti” dedica ad “Amici del Madagascar organizzazione non lucrativa di utilità sociale”: associazione con sede a Sporminore, in Trentino. Si descrive l’impegno per l’Isola in era Covid, mentre la presidente Rita Cattani spiega come l’attuale ondata di carestia – innescata dal cambiamento climatico – stia peggiorando la vita degli abitanti del Sud. Segue l’incipit del pezzo, dal titolo «Il Madagascar sconvolto dai cambiamenti climatici: a Cles in arrivo un mercatino per raccogliere fondi».

«Il Madagascar sta affrontando una delle carestie più gravi degli ultimi anni. In Trentino, c’è un’associazione, Amici del Madagascar, che dal 1998 lavora nel Paese attraverso un programma di sostegno a distanza. Sabato 31 luglio l’associazione è in corso Dante, a Cles, con un mercatino artistico artigianale per la raccolta fondi. La crisi che il Madagascar sta vivendo è stata definita come “la punta dell’iceberg”. Un iceberg da cui emerge una delle peggiori carestie che l’isola dell’Oceano Indiano abbia mai attraversato, e il cui sommerso sono i cambiamenti climatici. “Il sud del Paese è in ginocchio. La notizia è degli ultimi giorni, ma è così da sempre”, spiega Rita Cattani, presidente dell’associazione Amici del Madagascar, nata nel 1998 su impulso di don Luigi Franzoi, che era stato a più riprese nel Paese».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...