Attentati, “Financial Afrik” assolve Madagascar Oil

Anche l’autorevole mensile economico-finanziario “Financial Afrik” – con sede in Senegal, ma a tutti gli effetti panafricano, per i temi trattati – ha scritto del tentativo di coup d’état in Madagascar. Chiara la linea della testata: difendere Benchmark Group e Madagascar Oil e rimarcare la loro estraneità alla vicenda, nonostante le indagini siano in corso e siano agli atti delicati scambi di corrispondenza tra i vertici della oil company e il principale indagato. «Mentre l’esame dei fatti esclude qualsiasi legame di finanziamento tra Benchmark Group e Paul Rafanoharana, il caso mette in luce anche la reputazione internazionale di questa società, presente in Madagascar dal 2004», esordisce Albert Savana.

Si osserva poi che Benchmark group – specializzato nello sviluppo di giacimenti petroliferi in tutto il mondo, dagli Stati uniti, al Kazakistan, sino all’Azerbaigian – non è mai «mai stato coinvolto in un caso del genere, sottostando la dirigenza alla regola di non schierarsi in politica: come ricordava nel comunicato stampa diffuso il 26 luglio, che “condanna fermamente ogni azione volta a minare la sicurezza di uno Stato democraticamente eletto”». Accento quindi sulla fedeltà agli standard legali: «tutti i suoi processi sono resi conformi al Foreign Corrupt Practices Act (FCPA), la legge americana anticorruzione, ma anche allo UK Bribery Act 2010, la versione britannica».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...