Fragile States index, Madagascar «in grave pericolo»

Secondo il Rapporto annuale Fragile States index 2021 – elaborato dal think tank statunitense Fund for peace, e pubblicato poche settimane fa dalla rivista “Foreign policy” – il Madagascar appare stabile al 58esimo posto, nella relativa classifica mondiale dei cosiddetti «Stati fragili». Si tratta appunto di un ranking relativo alla fragilità di 179 Paesi, ove nelle prime posizioni troviamo quelli che possiamo definire «falliti»: non per nulla, in origine, lo studio era denominato Failed States index. Il rapporto, pubblicato dal 2005, utilizza 12 parametri (ripartiti in cinque categorie), che vanno dalle minacce alla sicurezza, all’implosione economica, sino alle violazioni dei diritti umani, alle pressioni demografiche, e ai flussi di rifugiati.

Col suo 58esimo posto – bruciando sul filo di lana Turchia, Gambia, Sri Lanka e Cambogia – l’Isola rossa rientra nel gruppo delle Nazioni «in grave pericolo». Si trova comunque a debita distanza dal pericolante “podio”, occupato da Yemen, Somalia e Siria. Mentre in fondo alla classifica – sotto la denominazione «very sustainable» – troviamo i Paesi più stabili e virtuosi, e le ultime tre posizioni sono occupate da Finlandia, Norvegia ed Islanda. L’Italia appare in lieve peggioramento, rispetto allo scorso anno: col suo 141esimo posto fa parte della categoria «more stable», e tra i Paesi che adottano l’euro, fa meglio solo della Grecia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...