Covid, nel Cilento muore suora malgascia 47enne

Le cronache italiane sul coronavirus riportano una triste notizia, legata al Madagascar. Il virus ha infatti causato la morte di una suora malgascia appena 47enne, Nathalie Rabelaza Farasoa: faceva parte delle Suore pie discepole di santa Teresa del bambin Gesù, ed operava in Cilento, presso la Diocesi di Vallo della Lucania. Approfondisce la vicenda, il pezzo “Vite donate. Muore di Covid suor Nathalie sorriso infinito dal Madagascar alla Campania”, redatto da Lucia Giallorenzo per il quotidiano “Avvenire”. Eccone l’incipit.

“La religiosa 47enne era impegnata nella pastorale di tre parrocchie in diocesi di Vallo della Lucania. Mite e semplice, è stata un esempio di dedizione al prossimo e di creatività evangelica. «Ha lasciato a tutti un esempio di umanità, spiritualità e amore con il suo sorriso e la gioia che aveva nel cuore». Con queste parole don Loreto Ferrarese, parroco di Laurino, in provincia di Salerno, ricorda suor Nathalie, 47 anni, deceduta l’8 luglio per Covid-19. Suor Nathalie, delle Suore Discepole di Santa Teresa di Gesù Bambino, per mezzo della professione dei consigli evangelici nella vita consacrata ha seguito Cristo e la Chiesa lavorando per dodici anni nelle parrocchie di Laurino, Campora e Vallo dell’Angelo, della diocesi campana di Vallo della Lucania guidata dal vescovo Ciro Miniero. Suor Nathalie Rabelaza Farasoa era nata in Madagascar il 3 marzo 1974”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...