Madagascar, il punto sulla siccità 2021

La Cellule de prévention et de gestion des urgences auprès de la Primature – l’organismo in seno al Governo del Madagascar per far fronte alle emergenze – ha fatto il punto sull’incidenza della siccità nel Sud dell’Isola. Il più recente bollettino attesta che «la stagione agricola 2020/2021 è stata caratterizzata da gravi deficit piovosi nei mesi compresi tra ottobre e gennaio». Si segnala un raccolto «inferiore al normale nei Distretti di Amboasary, Ambovombe-Androy, Bekily, Beloha e Tsihombe», specificando che «è improbabile che le colture si riprendano». Ricordiamo che secondo l’Integrated food security phase classification (Ipc), nel corso del 2021 saranno un milione e 300mila le vittime locali di insicurezza alimentare.

Delinea le dimensioni della tragedia l’articolo intitolato «Madagascar, milioni a rischio a causa della peggiore siccità degli ultimi 40 anni», redatto da Riccardo Noury per il portale “Focus on Africa”. Ne segue l’incipit. «Il sud del Madagascar sta conoscendo il peggiore periodo di siccità degli ultimi 40 anni. Secondo il World Food Programme, 1400 persone sono letteralmente alla fame e un milione e 140.000 sono in fase di insicurezza alimentare. Molte persone sono morte, soprattutto nei villaggi più isolati, anche se non esistono dati precisi. Ci si nutre con ciò che si trova, anche mangiando argilla e cactus. Per procurarsi il cibo, le famiglie vendono ogni cosa».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...