Madagascar, i dati economici della Banca centrale

Il più recente rapporto economico del Comitato monetario della Banky foiben’i Madagasikara – oltre a indicare gli interventi sui vari tipi di tassi d’interesse applicati – ci propone un quadro completo della situazione macroeconomica del Madagascar. Circa il costo del denaro, si va nella direzione di un lieve aumento. L’Istituzione spiega in questi termini, questa scelta conservativa e all’insegna della cautela: sebbene l’inflazione sia stata relativamente stabile negli ultimi mesi, è presente nel tessuto economico un grande eccesso di valuta in circolazione, oltre il livello di guardia. E al di là delle prevedibili ironie sul grande eccesso di valuta in circolazione nel Paese, è chiaro che l’obiettivo di tal politica monetaria è prevenire qualsivoglia pressione inflazionistica.

La crescita del prodotto interno lordo (PIL) per il 2021, è quindi prevista al 3,2 per cento, mentre la Legge finanziaria 2021 pronosticava un aumento del 4,5. L’attuale tasso di pressione fiscale è registrato in lieve calo, all’8,7 per cento, e il rapporto deficit/PIL è pari allo 0,3. Il tasso di crescita indicato dal rapporto, «sarebbe trainato principalmente dal settore secondario (+ 4,9%, contro -16,0% nel 2020)». Ove spiccano le industrie minerarie – che fanno segnare una crescita dell’8,1 – e il comparto energetico. Anche agricoltura e terziario mostrano un segno più: rispettivamente, + 2,6 e 2,8.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...