Lotta alla carestia, Andry Rajoelina nel Sud

Tolagnaro: il presidente del Madagascar, Andry Rajoelina, ha lanciato, giorni fa, la seconda tornata della «Caravane pour le Sud»: una serie di convogli, che fornisce aiuti umanitari e di emergenza alle popolazioni colpite dalla carestia, il kere o kéré. (Un termine che nel dialetto dell’etnia antandroy significa “avere fame”, ma è comunemente usato a livello nazionale per indicare la “crisi alimentare”, ndr). Il convoglio ha distribuito, nelle Regioni Anosy e Androy, 120 tonnellate di riso, oltre 23mila litri di olio da cucina, e 238 tonnellate di legumi. «Stiamo lavorando duramente per affrontare la sfida della lotta alla malnutrizione. Stiamo per sconfiggere il kere», ha dichiarato il capo dello stato, che durante il suo tour di quattro giorni ha visitato i centri istituiti per combattere la malnutrizione.

Tra cui il Centre de réhabilitation nutritionnelle et médicale, che dovrebbe essere operativo a dicembre. Frattanto la stampa internazionale esce dal torpore, e comincia ad interessarsi a questa crisi. Lo ha fatto la televisione pubblica tedesca Zweites deutsches fernsehen (Zdf), mentre per l’Italia segnaliamo il servizio del portale “Greenreport”, dal titolo «Madagascar: nel Grande Sud la peggiore siccità degli ultimi 40 anni». Eccone l’incipit. “La fame acuta colpisce il 75% degli abitanti del distretto di Amboasary Atsimo. Ma gli aiuti internazionali non arrivano”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...