Italia, denuncia di caso di razzismo contro musicista malgascio

Giorni fa, il quotidiano “La Repubblica” ha dato notizia di un episodio – con i contorni del razzismo – avvenuto a Brindisi, e indirizzato contro un musicista malgascio. Secondo i denuncianti, i gestori di una pizzeria si sarebbero negati – con la scusa dell’avvicinarsi del coprifuoco – a servire un cittadino del Madagascar. Per approfondire il caso, si rimanda al pezzo dal titolo «Razzismo, la pizzeria nega l’ordinanzione a un musicista del Madagascar. La compagna: “Inaccettabile”», firmato da Gino Martina. Aggiungiamo che, nel Paese insulare, la questione razziale è stata sviscerata anche di recente: nel novembre 2019, a finire sotto i riflettori fu il centrocampista della Nazionale Barea, Marco Ilaimaharitra, in forza al Charleroi.

Il giovane fu, infatti, vittima di ripetuti ululati razzisti, durante l’incontro della massima serie belga contro il Mechelen. Segue l’incipit del pezzo citato. «L’episodio a Brindisi: “No, bello, non ne possiamo fare più pizze, alle 22 chiudiamo, c’è il coprifuoco”. Ma subito dopo la compagna italiana riesce a ordinare. Un 30enne si avvicina all’ingresso di una pizzeria di Brindisi mettendosi in coda per ordinare due pizze, per lui e la sua compagna. Ha quattro persone davanti e sono le 20.30 di sabato 24 aprile. Poco dopo tocca a lui, ma i gestori gli dicono: “No, bello, non ne possiamo fare più pizze, alle 22 chiudiamo, c’è il coprifuoco”».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...