Rimedi tradizionali e Covid, un nuovo tentativo in Madagascar

L’iniziativa legata al farmaco all’artemisia non è bastata. In quanto a rimedi tradizionali, vegetali e biologici contro il covid, il Madagascar – questa volta un singolo professionista, e non lo Stato – ci prova ancora. Il prodotto di cui si parla in queste ore è denominato Ed 1, ed è stato scoperto da Edmond Rakotomalala: un professionista originario di Fandriana, e per nulla noto al grande pubblico. Il presunto farmaco fitoterapico – sinora privo delle autorizzazioni necessarie, ma commercializzato in via informale – avrebbe solo proprietà preventive, oltre alla capacità di alleviare i disturbi respiratori. Esistono però anche altre versioni, e quella che si presume curativa è l’Ed 4.

Il prodotto si è inizialmente affermato sui social network, grazie alle testimonianze di vari pazienti. E’ poi iniziata la corsa ad accaparrarselo: i prezzi sono balzati dai 5mila ariary, sino ai 30mila nel mercato illegale del web. Il Ministero della Sanità pubblica ha inizialmente cercato di arrestare il vortice, rimarcando come il prodotto fosse privo di autorizzazioni. Di fronte però all’ondata di entusiasmo, è intervenuto lo stesso presidente Andry Rajoelina, per annunciarne la sperimentazione: «Le osservazioni cliniche saranno accelerate. Verranno condotti studi clinici anche nei centri di trattamento del coronavirus, così come negli ospedali che curano i pazienti affetti da coronavirus».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...