Imra del Madagascar, il direttore è deceduto per covid?

Il 27 marzo muore, a 71 anni, il professor Jean Adolphe Randriantsoa. Era direttore generale della Divisione Natural products dell’Institut malgache de recherches appliquées (Imra) – Fondation Albert et Suzanne Rakoto Ratsimamanga, e pilastro dell’istituto che produce il Tambavy – Covid-organics (Cvo): il rimedio fitoterapico a base di artemisia, sponsorizzato dai vertici statali. Le cause della morte non sono state rese note, ma la testata “Africa express” – con un articolo di Cornelia Isabelle Toelgyes – attribuisce il decesso al covid: si fa riferimento a «fonti autorevoli» e riservate. Se ciò fosse confermato, si tratterebbe di un grave danno d’immagine per il presidente e la sua strategia antipandemica all’insegna della fitoterapia.

Non può però neppure esser trascurato che simili ricostruzioni provengono anche da bellicosi militanti antigovernativi, non proprio paladini della verità. Segue l’incipit del pezzo citato, dal titolo «Madagascar: l’inventore del miracoloso intruglio anti Covid, è morto di Covid». «In Madagascar l’inventore del miracoloso intruglio anti Covid, è morto di Covid. E’ accaduto alla fine di marzo. Jean Adolphe Randriantsoa, considerato uno dei pilastri dell’Istituto di ricerche applicate (IMRA), era direttore generale di IMRA Natural Products, società produttrice della bibita che avrebbe dovuto prevenire e sconfiggere la pandemia, il Covid-organics».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...