Covid: addio al patron di Aeromarine, Lemuria land e tanto altro

Mentre il Madagascar è alla presa con la nuova ondata di Covid, e i malati che ne hanno la possibilità ricorrono alle evacuazioni sanitarie, il locale mondo dell’imprenditoria piange Riaz Barday. Il decesso, legato al coronavirus, è avvenuto presso il Centre hospitalier universitaire de la Réunion. Aveva raggiunto l’isola francese Réunion, grazie al vettore Aeromarine: la compagnia aerea di sua proprietà, specializzata, tra le altre cose, nell’evacuazione medica. Era un uomo d’affari noto, che si era cimentato nei più vari settori, in particolare quello turistico e alberghiero: e sempre cercando di conciliare attività d’impresa e tutela dell’ambiente, ricordano gli estimatori.

Era proprietario di piantagioni di ylang-ylang a Nosy Be, e nella stessa isola – forse la sede principale dei propri affari – del parco naturalistico Lemuria land. Né si può dimenticare l’Hotel Espadon, e l’Ecolodge de Anjara presso Angodroga, sempre a Nosy Be, e le varie società in Réunion. Aveva inoltre creato aree protette nelle vicinanze di Nosy Be, in particolare nell’isola paradisiaca di Nosy Antsoha. Il fiore all’occhiello era però forse Aeromarine, la compagnia specializzata in voli speciali, sia nazionali sia internazionali: per ogni destinazione in Africa e nell’oceano Indiano. Il vettore effettua voli d’affari, evacuazioni mediche, aviazione turistica, fotografia aeree e sorveglianza marittima.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...