Groupe Sipromad, l’impegno sui fronti economico e umanitario

Il Groupe Sipromad – colosso malgascio della diversificazione economica, guidato dall’imprenditore di etnia karana, Ylias Akbaraly – in questi mesi mostra grande dinamismo, nonostante (o forse per) l’impasse produttiva che vive il Madagascar. Andiamo però con ordine. In febbraio è previsto, a Parigi, il lancio del progetto a tappe Vision for Africa, (l’ultima, il 2 e 3 luglio, sarà il seminario “Share Africa”). Sponsorizzati da Sipromad, gli eventi puntano a promuovere scambi e incontri tra soggetti africani e francesi, per stimolare l’innovazione in più campi, come tecnologia e imprenditorialità. Notevole poi l’impegno della Fondazione Akbaraly – il braccio umanitario di Sipromad, guidato dalla moglie italiana di Akbaraly, Cinzia Catalfamo – specie sul fronte sanitario.

Un argomento affrontato dal sito “Politicamente corretto”, nel servizio «Solidarietà: in Madagascar la Fondazione Akbaraly celebra le oltre 130.000 prestazioni sanitarie, contro i tumori femminili e la povertà estrema». Segue l’incipit. «La fondazione Akbaraly in Madagascar lavora nella prevenzione e diagnosi precoce dei tumori femminili e contro la povertà estrema. Sono 27.489 le prestazioni sanitarie che la Fondazione Akbaraly ha dedicato alle donne e ai bambini del Madagascar nel 2020, un anno difficile e complesso a causa della pandemia Covid-19 che non ha fermato le attività di sostegno sul territorio».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...