Acqua potabile nelle scuole, iniziativa del Giappone

In Madagascar, l’80% delle scuole non ha accesso all’acqua potabile, secondo quanto affermato di recente dalla titolare del Ministero dell’Istruzione nazionale (Men), Marie Michelle Sahondrarimalala. Per tamponare il problema, l’Ambasciata del Giappone nel Paese insulare ha elaborato un piano di dotazione idrica, che beneficerà quindici scuole primarie pubbliche, nella Région Analamanga. L’iniziativa, denominata «Donazioni a microprogetti locali che contribuiscono alla sicurezza umana», migliorerà la qualità di vita di 1.686 studenti e 78 insegnanti. «Questa è una donazione del valore di 75mila euro, equivalenti a 330 milioni di ariary. Questo programma vuole offrire un progetto, che consenta a ogni persona di vivere in sicurezza, senza lasciare indietro nessuno», ha detto in occasione delle rituali firme, l’ambasciatore giapponese Yoshihiro Higuchi.

La mancanza di acqua potabile nelle scuole è causa di svariate patologie: quelle dovute alle cattive condizioni igieniche e all’uso di acqua non sicura, come diarrea, dolore addominale, febbre e altre malattie infettive. Tutti problemi di salute, che causano a loro volta tante assenze tra alunni e maestri. Secondo la ministra dell’Istruzione, il progetto contribuisce anche alla lotta contro il coronavirus: «L’accesso all’acqua potabile è un diritto, e contribuisce molto a migliorare la salute e l’apprendimento degli studenti».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...