Mega-aiuto Usa, le cose da sapere

Giorni fa l’incontro tra il presidente Andry Rajoelina e l’ambasciatore statunitense in Madagascar, Michael Pelletier, ha messo il timbro su un finanziamento, che l’United States Agency for international development ha concesso al Paese. «Siamo fratelli che camminano per i boschi… Puoi sempre contare sugli Stati uniti d’America, perché sappiamo di poter contare sul Madagascar”, ha detto nell’occasione il diplomatico. Si tratta di cento milioni di dollari, che sosterranno tre progetti per combattere la carestia al Sud. L’obiettivo è fornire soluzioni a lungo termine, per contrastare l’insicurezza alimentare. Uno dei tre progetti, chiamato, “Firangà”, fornirà aiuti d’urgenza a oltre 167mila persone nelle Regioni di Atsimo Andrefana e Androy, e sarà indirizzato altresì alla cura della malnutrizione nei bambini sotto i cinque anni.

C’è poi il progetto “Maharo”, finanziato con 45 milioni di dollari, rateizzati in cinque anni: punta a soddisfare i bisogni nutrizionali a lungo termine di oltre 279mila persone vulnerabili, nelle suddette Regioni. Infine vi è quello denominato “Fiovana”: finanziato con 45 milioni nell’arco di cinque anni, mira a ridurre l’insicurezza alimentare di oltre 428mila persone, in Vatovavy-Fitovinany e Atsimo Atsinanana. Ad attuare questi programmi saranno i Catholic relief services e l’Adventist development and relief Agency, in collaborazione col Governo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...