Pil Madagascar profondo rosso, si spera nel rimbalzo

Per sdrammatizzare, presentiamo la battuta che circola in rete: «3,8% de rien ça fait effectivement pas grand chose…», ovvero, «Il 3,8% di niente in realtà non è molto…». Nella proposta di Legge finanziaria, presentata alla Camera bassa dal titolare del Ministero dell’Economia e delle finanze, Richard Randriamandranto, si mette nero su bianco quanto già anticipato: «Per il 2020, è molto probabile che il tasso di crescita economica stabilito non verrà raggiunto, a causa del contesto economico globale». Insomma, nessun aumento del prodotto interno lordo dello 0,8%, ma calo – chiarisce il documento – del 3,8: freddi numeri dietro cui si cela una maggiore vulnerabilità della popolazione.

Causa prima della recessione, la pandemia, con le sue ripercussioni in termini occupazionali. (Il Paese, pur risparmiato da una massiccia diffusione del virus, ha subito pesanti misure di confinamento, ndr). Altro fattore, la brusca frenata dell’export. Il settore alberghiero e della ristorazione è calato del 79% – causa soprattutto il blocco dei voli – mentre quello estrattivo del 53. In questo caso, dito puntato sulla crisi del mercato dei metalli. Per il 2021 si prevede invece una crescita del 4,5%, e una spesa pubblica pari a oltre 11mila miliardi di ariary. La nuova Legge di bilancio punta a promuovere la ripresa, e a mitigare i contraccolpi economici del Covid e della carestia al Sud.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...