Carceri in Madagascar, l’appello di Amnesty International

Ha avuto ampia eco, sulla stampa, il più recente appello di Amnesty International al président del Madagascar, Andry Rajolina. Si punta il dito contro sovraffollamento delle carceri e ricorso eccessivo alla custodia cautelare. Secondo Deprose Muchena, che dirige il Programma Africa orientale e meridionale dell’organizzazione non governativa, «il presidente Andry Rajoelina deve mantenere la sua promessa di decongestionare le strutture carcerarie», risalente a circa un anno fa. A suo giudizio, «il presidente Andry Rajoelina non ha mantenuto la sua promessa di decongestionare le prigioni del Madagascar, che sono tristemente sovraffollate. Anche se il coronavirus si diffonde in tutto il Paese, le carceri rimangono piene di persone in custodia cautelare, tra cui molti minorenni, accusate di reati minori non violenti».

E prosegue chiedendo la liberazione di chi non è socialmente pericoloso: «Causa i fallimenti del sistema giudiziario malgascio, migliaia di persone si ritrovano in carcere prima ancora di essere processate, da qui il grave sovraffollamento. Il presidente Andry Rajoelina deve rilasciare immediatamente coloro che sono in custodia cautelare – a cominciare da chi non rappresenta alcuna minaccia per la società, vale a dire i detenuti per reati minori commessi senza violenza, e i minori – e fare in modo che gli altri detenuti abbiano accesso a cure mediche adeguate».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...