Indice globale della fame, in Madagascar livello «allarmante»

Il Global hunger index (Ghi) è uno strumento multi-statistico che fotografa la situazione relativa alla fame, nei vari Paesi. Il rapporto Indice globale della fame 2020 – elaborato e appena pubblicato da Welthungerhilfe e Concern worldwide – pone il Madagascar tra gli 11 Paesi ove la fame è giudicata «allarmante»: il livello più dramamatico. All’Isola fanno compagnia Ciad e Timor Est, e poi – pur sulla base di stime provvisorie – Burundi, Comore, Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo, Siria, Somalia, Sud Sudan, e Yemen. Segue il capitolo dell’ultimo rapporto, dedicato al Madagascar.

«Il Madagascar ha il terzo punteggio più alto di GHI, 36, di categoria allarmante. Il paese ha registrato un preoccupante aumento della prevalenza della denutrizione, che è passata dal 30% del periodo 2009-2011 al 41,7% del 2017-2019, il terzo valore più alto nella classifica di quest’anno. Anche il tasso di arresto della crescita infantile, al 41,6%, è molto alto in termini di rilevanza per la salute pubblica e rispetto alla maggior parte degli altri paesi presenti nel rapporto. Tra i problemi che il Madagascar deve affrontare ci sono la stagnazione del reddito pro capite, l’aumento della povertà e l’instabilità politica che mina la capacità istituzionale del governo, la crescita economica, gli sforzi di sviluppo e l’accesso delle persone ai servizi di base (WFP 2020b)».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...