Treni, da Lugano fino ad Antananarivo

Sul portale svizzero “La Regione” è stato pubblicato un reportage, dedicato alla vendita – a un’azienda ferrovia privata del Madagascar, la Emergeo – di sette treni. Ovvero, i caratteristici trenini arancioni della Ferrovia Lugano-Ponte Tresa (Flp). L’autore Dino Stevanovic – nel pezzo «Ferrovia Lugano-Ponte Tresa: seconda vita in Madagascar», di cui segue incipit – sottolinea che la bonifica dall’amianto sarà effettuata nello stesso Cantone Ticino.

«Arrivata la conferma: sette treni della Flp finiranno nell’isola africana, venduti dalla Stadler alla francese Arterail. L’amianto sarà tolto in Ticino. Più che una pensione al caldo, una seconda opportunità professionale dall’altra parte del globo. Niente macero, museo o deposito per i treni della Ferrovia Lugano-Ponte Tresa (Flp), che l’anno prossimo saranno sostituiti da nove nuovi convogli prodotti dalla Stadler Rail. I caratteristici trenini arancioni, risalenti agli anni Settanta, saranno infatti venduti alla ditta francese Arterail, che a sua volta li cederà a un’azienda malgascia affinché possano circolare in Madagascar. La conferma è arrivata settimana scorsa. La notizia ha iniziato a circolare già alcuni mesi fa, quando un’inchiesta di ‘Ticinonews’ del giugno scorso ha fatto luce sul passato dei convogli costruiti nel 1978. Ma anche sul futuro, ipotizzando una seconda vita ad Antananarivo, capitale dell’isola africana».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...