“La Svizzera”, si parla degli acquedotti di Nosy Be

Il portale della Rsi (Radiotelevisione svizzera di lingua italiana), nota ai più come «La Svizzera», dedica un bel reportage – dal titolo «Gli acquedotti svizzeri del Madagascar», e firmato da Paolo Martino – alla cooperazione internazionale in Madagascar, ad opera della Fondazione Svizzera Madagascar (Fsm). Focus sulla realizzazione di ben 21 acquedotti a Nosy Be. Segue l’incipit dell’articolo.

«Una fondazione ne ha realizzati una ventina, in un Paese dove solo nelle città esistevano sistemi di distribuzione dell’acqua potabile. In Madagascar, quarta isola al mondo per estensione, circa il 70% della popolazione vive nelle campagne, e solo nelle città più grandi esistono dei sistemi di distribuzione dell’acqua potabile. Sul resto del territorio l’accesso all’acqua è complicato, nonostante il Paese sia interessato da abbondanti precipitazioni. Per porre un parziale rimedio a questa penuria sull’isola di Nosy Be, nel nord del Paese, una fondazione svizzera ha realizzato, tra il 2003 e il 2011, ventuno acquedotti gravitazionali a servizio di altrettanti villaggi, superando difficoltà tecniche e logistiche per la messa in opera e per gestirne la manutenzione. La situazione di Nosy Be è tutt’altro che isolata: secondo le Nazioni Unite, entro il 2030 circa la metà della popolazione mondiale vivrà in situazione di stress idrico e la domanda di acqua aumenterà del 55% entro il 2050».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...