Madagascar e Russia, i media fanno il punto

L’ambasciatore russo, Stanislav Anvarovich Akhmedov, lascerà il Madagascar, dopo sette anni alla guida della missione diplomatica. E i media nazionali ne hanno approfittato per fare il punto sullo stato delle relazioni russo-malgasce. La conclusione è univoca: durante il mandato di Hery Rajaonarimampianina, la presenza russa è cresciuta notevolmente, sia in campo militare, sia economico. Gruppi russi hanno investito nell’estrazione del cromo, in collaborazione con la società statale Kraoma, mentre in campo militare va segnalata la formazione di ufficiali e la fornitura di armamenti. In seguito, con la vittoria del presidente attuale, l’euforia si è raffreddata, come dimostra il disimpegno della società mineraria russa Ferrum mining.

Del resto, in campagna elettorale Mosca aveva puntato – come prevedbile – sul capo di stato uscente Rajaonarimampianina, classificatosi poi terzo. Torniamo però alla cronaca. Giorni fa, il diplomatico ha dunque dato inizio alle varie visite di cortesia alle istituzioni malgasce, tra cui – presso il Palais de verre d’Anosikely – al presidente del Senato, Rivo Rakotovao: ex presidente, seppure ad interim, e guarda caso seguace di Rajaonarimampianina. Ebbene, la visita è stata l’occasione per ricordare l’impegno umanitario russo nel Paese: dal sostegno alle scuole nelle regioni del Sud, alla costruzione di ospedali, sino al contrasto alle epidemie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...