Investire in Madagascar, consigli utili – 23

Vittorio Conte, da oltre dieci anni in Madagascar, autore di vari libri, tra cui “Vivere felici in Madagascar con 500 euro al mese o creare un’attività con pochi soldi”, oltreché gestore del portale www.italiamadagascar.info , si occupa di assistenza legale e finanzaria. I suoi clienti sono in primis italiani che aspirano a trasferirsi nell’Isola rossa, come pensionati o imprenditori. Qui risponderà a una nostra domanda in sintesi, ma può fornire gratis ulteriori dettagli via e-mail, italiamadagascar@gmail.com , o Skype, azmadagascar , o Whatsapp: 00393500342209.

Consiglierebbe di puntare sull’umida Toamasina, che ospita il maggior porto marittimo della Nazione?

«La location dell’impresa deve esser legata al settore di attività. Se la nostra azienda avrà a che fare con i trasporti marittimi, sarà d’obbligo insediarsi a Toamasina, o Tamatave. E’ il caso, ad esempio, di chi debba importare materie prime da trasformare, o di chi centri l’attività, qualunque essa sia, sull’esportazione: i trasporti terrestri sono difficili – specie durante i periodi di pioggia – per via di strade spesso in pessime condizioni. Se invece si vuole operare in un campo che non dipende dal trasporto via mare – penso a un’impresa turistica o a un’attività commerciale interna, non legata all’import-export – allora sarà meglio evitare questa città portuale: è molto umida, piovosa e infestata da zanzare».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...