La Marina militare malgascia conta sul Giappone

Giorni fa è uscita la notizia, relegata tra le pagine interne dei quotidiani, del rafforzamento della cooperazione militare tra la Marine de Madagascar e l’analoga Forza armata giapponese. Si tratta invece di una news assai importante, in primis per l’estensione dell’Isola africana e la lunghezza delle sue coste: i 4.828 chilometri fanno parte del linguaggio comune. E poi vanno considerate sia la posizione strategica del Madagascar nell’oceano Indiano, sia le tensioni legate alla rivendicazione degli isolotti circostanti. Infine non va sottovalutata la debolezza di una Forza armata, che è incapace di controllare un spazio marittimo, non solo immenso, ma anche attraversato da alcune delle rotte navali più trafficate al mondo.

In buona sostanza, l’ambasciatore giapponese a Antananarivo, Yoshiro Higuchi, ha fatto visita al Capo di stato maggiore della difesa, generale Jean-Claude Rabenaivoarivelo, per confermare che il proprio Paese parteciperà a un programma di addestramento della Marine nationale malagasy: «Il Giappone sta cercando di rafforzare la sua cooperazione con il Madagascar in diverse aree, in particolare la sicurezza marittima, poiché la Grande île è un grande Paese marittimo. Questa è una delle nostre priorità nell’ambito di questa cooperazione». Così una nave giapponese di stanza a Gibuti farà presto scalo in Madagascar, con i militari assegnati all’addestramento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...