Nosy Be e riapertura, obiettivo 1° ottobre

Quando il Madagascar sarà in grado di ripristinare i voli e riaprirsi al turismo? Nel corso della visita del presidente della repubblica, Andry Rajoelina, nell’Isola di Nosy Be – chiamata anche Ambariobe – si è indicata una data: 1° ottobre. Che però riguarderebbe solo la “Grande isola”, che nel 2019 ha accolto oltre 78mila turisti (cui vanno aggiunti più di 31mila crocieristi). Nell’incontro con gli operatori turistici locali, travolti dalla crisi per via della pandemia, Rajoelina – accompagnato da tre membri del Governo – ha prima ascoltato le varie proposte. Come la possibilità d’imporre dei test, alla partenza e all’arrivo. E ha poi dichiarato: «Abbiamo ascoltato le vostre richieste di apertura parziale del turismo a Nosy Be, e vi annunciamo che è possibile riaprire al turismo il prossimo ottobre. Ma questo recupero è condizionato alle più idonee misure sanitarie, che Nosy Be possa adottare di fronte alla diffusione del coronavirus. 18 persone sono state confermate positive alla malattia, ma solo quattro di loro sono ancora in cura in ospedale. Insieme, faremo tutto il possibile per garantire che questo numero non aumenti».

Molte le perplessità, ma alla fine ha prevalso l’ottimismo, ben espresso dalle parole di un’operatrice: «L’ideale sarebbe adesso, ma apprezziamo questa data che è stata proposta, del 1° ottobre. Meglio di niente. Stavamo iniziando a temere una rivolta».

Un commento

  1. Non è possibile prevedere la partenza di voli dall’Italia a Nosybe a breve. I motivi sono sotto gli occhi di tutti : gli italiano non si sentono ancora tranquilli nell’affrontare un viaggio a lungo raggio fuori Europa. Inoltre il viaggiatore deve ottemperare a norme COVID-19 complesse e diverse sia per quanto riguarda lo Stato di partenza che di quello di arrivo e le norme in volo dell’aereo . Lo Stato Italiano al momento chiede a chi rientra da determinati Stati il test tampone Covid-19 ma può imporre anche la quarantena x 14gg, e il fermo a casa per 2 settimane non invoglia nessuno a partire Le compagnie aeree quindi ricevendo prenotazioni voli decisamente scarse non possono far partire i voli semivuoti rischiando di aumentare perdite già appesantite dai mesi primaverili

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...