Dati Covid sottostimati, lo dice anche il Vaticano

Spiace dirlo, sembra di fare i complottisti o mancare di rispetto agli operatori sul campo; ma in Madagascar i dati ufficiali sul Covid-19 sono tanto sottostimati, da essere pressochè inattendibili. Il rapporto tra casi testati e diagnosi di positività ha addirittura superato il 61 per cento, quando ad esempio in Italia si è passato il dieci solo nelle fasi più drammatiche. Una constatazione fatta anche dal Vaticano, a leggere l’articolo «Covid-19: la sofferenza del Madagascar. Deceduti due missionari». Il servizio di Giancarlo La Vella – pubblicato sul portale “Vatican news” (l’antica “Radio vaticana”) – tratta delle morti di due missionari italiani, avvenute giorni fa, a distanza di ore l’una dall’altra: «Si tratta di padre Albano Passarotto, religioso vincenziano di 80 anni, da ben 56 anni in Madagascar, e don Luigi Piotto, dell’Opera di Don Orione, 65 anni, da 28 anni missionario nell’isola africana».

Prima di riportare l’incipit del pezzo, rammentiamo che canali non ufficiali parlano di una terza vittima italiana. In questo caso l’attribuzione al Covid è tuttavia solo presunta: in questa difficile situazione, solo di rado le Autorità procedono ai test post mortem. «Di recente l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato un allarme per l’Africa. I dati ufficiali sulla pandemia di coronavirus, che giungono dal continente, sembra siano molto inferiori a quelli reali».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...