Investire in Madagascar, consigli utili – 13

Vittorio Conte, da oltre dieci anni in Madagascar, autore di vari libri, tra cui “Vivere felici in Madagascar con 500 euro al mese o creare un’attività con pochi soldi”, oltreché gestore del portale www.italiamadagascar.info , si occupa di assistenza legale e finanzaria. I suoi clienti sono in primis italiani che aspirano a trasferirsi nell’Isola rossa, come pensionati o imprenditori. Qui risponderà a una nostra domanda in sintesi, ma può fornire gratis ulteriori dettagli via e-mail, italiamadagascar@gmail.com , o Skype, azmadagascar , o Whatsapp: 00393500342209.

La zavorra della burocrazia può ostacolare, in modo decisivo, il neo-investitore?

«Il fiscalismo si limita agli atti che riguardano le persone fisiche – come i permessi di soggiorno – e alle pratiche eccezionali (vedi le licenze per attività speciali, come l’esportazione di alimenti). Per il resto parlerei di una burocrazia umana. Un esempio è la tenuta della contabilità delle imprese, ove si ammettono ricevute o documenti su foglio di carta. La creazione di società di persone o capitali non richiede notaio, né versamento in banca del capitale: questo resta indicato nell’atto costitutivo, e l’ammontare può essere minimale, (tipica è l’indicazione del milione di ariary, 232 euro).  E nessuna cavillosità per l’acquisto di un’auto o la sua assicurazione, che per una piccola cilindrata costa meno di quattro euro al mese».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...