Madagascar, numeri dell’economia e cancellazione del debito

Alcuni giorni fa, il Ministero dell’Economia e delle finanze malgascio ha reso note le previsioni sulla crescita del prodotto interno lordo (pil) per l’anno in corso, unitamente ad altri dati macroeconomici. Tutti i numeri sono inevitabilmente influenzati dalla pandemia, ma in modo meno drammatico rispetto alle previsioni di alcuni analisti. Andiamo però con ordine. Il coronavirus peggiora sensibilmente l’assetto finanziario del Madagascar, e frena la crescita del pil, assestandola a un modesto +1,5%, contro il 5,5 delle precedenti previsioni. Mentre il tasso d’inflazione è stimato in crescita al 7,2%, a fronte del 6,6 prima pronosticato. I settori più colpiti sono turismo, trasporti, commercio e industria.

Se l’emergenza dovesse protrarsi per un trimestre, le entrate fiscali sarebbero stimate in calo del 29%, rispetto alla previsioni della Legge di Bilancio, la Loi de Finance. Erano attesi oltre un miliardo e 700 milioni di euro, ne entreranno poco più di un miliardo e 200 milioni. La pandemia comporta inoltre un aumento della spesa sociale – per sostenere le misure di emergenza – di oltre 176 milioni di euro. Antananarivo può contare comunque su alcuni finanziamenti esteri: in parte già sbloccati, in parte in via di erogazione. Alcuni di questi apporti erano invero previsti per altri obiettivi, ma saranno reindirizzati verso la lotta al coronavirus.

(Continua).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...