Madagascar, la pandemia è sbarcata

E’ purtroppo ufficiale: il Madagascar fa registrare i primi tre casi di coronavirus. Il presidente della repubblica, Andry Rajoelina, lo ha confermato venerdì in tarda serata. I pazienti sono stati prontamente identificati: si tratta di tre cittadini malgasci di 41, 19 e 45 anni, sbarcati in patria tra il 17 e il 19 marzo. Due di essi provengono dalla Francia, ed uno da Mauritius. La loro situazione sanitaria non è preoccupante, e vengono curati presso l’Ospedale Andohatapenaka: il centro sanitario autorizzato a ricevere casi di coronavirus. Sono state dunque annunciate ulteriori misure preventive, con effetto immediato: gli incontri pubblici e gli eventi culturali sono sospesi, gli spazi per feste sono chiusi, gli eventi sportivi sono sospesi, e scuole e università sono chiuse.

Le misure resteranno in vigore per 15 giorni rinnovabili, ma le attività lavorative continuano comunque normalmente, ha specificato il presidente. E’ così iniziato l’assalto a farmacie e supermercati, per assicurarsi i beni di prima necessità, mentre già da giorni si vedono per strada cittadini in mascherina, e manifesti anche improvvisati che segnalano le misure igienico sanitarie, per prevenire la pandemia. E intanto anche a Mahajanga continuano le operazioni della Gendarmerie nationale – con mitra e mascherine – volte a rintracciare chi si è indebitamente sottratto alla quarantena obbligatoria.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...