Land grabbing in Madagascar, un video

Ringraziamo Massimiliano Ciucci – dell’Associazione Mangwana – per la segnalazione di un video: https://www.youtube.com/watch?v=n0LjyCklECE . Vi si tratta del land grabbing, «accaparramento di terre». La definizione più chiara dell’ambigua pratica la troviamo sul sito delle Suore missionarie comboniane: «L’accaparramento di terre è la privatizzazione di grandi estensioni di terreno, da parte di aziende locali o multinazionali, governi stranieri o persone fisiche, attraverso l’acquisto o l’affitto di tali terreni, in paesi sviluppati o in via di sviluppo. Anche se storicamente questa espressione è stata usata precedentemente, attualmente il suo significato ha una sfumatura nuova, specialmente dopo la crisi alimentare degli anni 2007 e 2008, la quale ha prodotto un fenomeno febbrile di acquisto di terreni a grande scala. Questo si dovette al fatto che la situazione di insicurezza alimentare spaventò il mondo sviluppato e promosse l’aumento significativo dei fondi disponibili per gli speculatori». 

Il Madagascar è stato oggetto in passato di land grabbing, e le relative brame non si sono certo sopite. Tuttavia va segnalata una crescente attenzione della pubblica opinione – ma anche della classe dirigente – verso questi affari. Ad esempio – di recente – un’acquisizione di terra da parte di un’azienda emiratina, è stata condizionata alla vendita dell’intera produzione in patria.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...