Isole sparse, ecco la soluzione dell’Enam

I negoziati tra Francia e Madagascar sulla sovranità delle Isole Sparse dell’oceano Indiano sono a un punto morto: non è stato fissato il calendario dei lavori della Commission mixte franco-malgache, e si sa solo che la seconda riunione si terrà a Parigi. Secondo la classe dirigente locale, i presidenti delle due Nazioni dovrebbero trovare un accordo onorevole per ambedue le parti, ferma restando la cessione della sovranità al Paese africano. A esprimere chiaramente la posizione è l’ex ministro André Rasolo, professore di Sociologia politica presso l’Enam (Ecole nationale d’administration de Madagascar). «I due presidenti della repubblica dovrebbero uscire dalla porta principale, rispettando le tempistiche previste nell’incontro che si è tenuto tra loro nel maggio 2019. Come concordato a Parigi, il presidente francese Emmanuel Macron dovrebbe essere in Madagascar durante la celebrazione del 60° anniversario della nostra Indipendenza. Sarà un’occasione, per lui, per annunciare al popolo malgascio che la Francia è pronta a consegnare le Îles Éparses al Madagascar. E il presidente del Madagascar cercherà l’aiuto della Francia per la sicurezza e lo sfruttamento di queste Isole».

Il docente specifica che non si tratterà di una gestione comune, ma di considerare la Francia come un partner strategico: i Transalpini avrebbero l’esperienza necessaria per proteggere e sfruttare le Isole.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...