Contratto di governo per i ministri, le cose da sapere

Ogni articolo sulla politica del Madagascar pone l’accento su due concetti relativamente nuovi. Ci riferiamo al contrat-programme, di durata annuale, e al code d’éthique et de bonne conduite. Il primo rappresenta una sorta di contratto di programma, che vincola i singoli ministri al rispetto della piattaforma politica decisa dal Governo. Ognuno di loro sarà quindi valutato annualmente, e al termine di questa verifica – la prossima è prevista per il gennaio 2021 – si procederà a un rimpasto governativo. In particolare, i membri dell’Esecutivo saranno tenuti ad applicare quel programma-quadro noto come Plan emergence Madagascar, di cui è attesa in questi giorni la versione definitiva.

In buona sostanza, si tratta di procedere a marce forzate per ottenere risultati quantificabili e misurabili, che abbiano un impatto diretto sulla vita della popolazione. In secondo luogo, come anticipato, s’impone un Codice etico e di buona condotta. «Il periodo d’impunità è finito, per i membri del Governo», ha dichiarato a questo proposito il primo ministro Christian Ntsay, lasciando intendere che cattiva gestione, corruzione e appropriazione indebita non saranno più tollerate. L’ultimo rimpasto governativo ha portato alla nomina, al Ministero degli Affari esteri, del docente di diritto Djacoba Liva Tehindrazanarivelo , che è membro della Commissione mista per la restituzione delle Isole sparse.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...